28/06/2018

Bonus quotazione PMI: decreto ministeriale

Pubblicato il decreto ministeriale che dà attuazione al credito d’imposta sui costi di quotazione in Borsa delle PMI, previsto dalla legge di bilancio 2018 (D.M. Sviluppo Economico 23 aprile 2018, G.U. del 18 giugno 2018).

Il provvedimento ha così reso operativo l’incentivo fiscale recato dai commi 89-92 della legge n. 205/2017, definendo le modalità e i criteri di riconoscimento del tax credit.

Beneficiari

Possono accedere al credito d’imposta le imprese qualificabili come PMI ai sensi della raccomandazione 2003/361/CE (ossia quelle che impiegano non più di 250 dipendenti e il cui bilancio non supera i 50 milioni di euro di ricavi o i 43 milioni di euro di attivo patrimoniale).

Possono richiedere il bonus le PMI che sostengono, a decorrere dal 1° gennaio 2018, costi di consulenza allo scopo di ottenere, entro il 31 dicembre 2020, l’ammissione alla quotazione in un mercato regolamentato o in sistemi multilaterali di negoziazione di uno Stato membro dell’UE.

L’agevolazione viene concessa soltanto se il processo di quotazione va a buon fine entro il 2020…

Leggi l’articolo completo

Leggi il commento di Sant Maiolica, partner in Bernoni Grant Thornton.

Articoli Correlati