17/07/2018

Crowdinvesting, che passione: in Italia raccolti 249 milioni di euro

fonte il Corriere.it

Riassumendo, è la colletta 2.0: un insieme di persone conferisce denaro per finanziare un progetto attraverso siti internet dedicati (e autorizzati). E magari, guadagnarci anche. Il crowdfunding in tutte le sue forme, anche quelle più recenti – almeno quando si tratta di mercato italiano – ovvero il crowdinvesting (quella parte di crowdfunding che grazie a piattaforme internet permette di investire sottoscrivendo quote del capitale di rischio in piccole e medie imprese o concedendo un prestito a persone o imprese) vive una stagione d’oro. Lo dicono i numeri del Politecnico di Milano. La ricerca presentata a Milano attesta come diverse imprese siano già al secondo round di equity a multipli crescenti e si attendono le prime exit, mentre cresce il ricorso al prestito su piattaforme online alternative al circuito bancario, e si è aperto il mercato delle operazioni nel real estate.
Una crescita significativa per quantità, con il volume complessivo di raccolta che oggi supera 249 milioni di euro (153 milioni solo nell’ultimo anno) e nei primi mesi del 2018 è stato superiore a tutto il 2017, ma anche per qualità, grazie a tecniche di investimento sempre più sofisticate e alla progressiva specializzazione degli operatori in ambiti ben determinati…

 

Leggi l’articolo completo

Articoli Correlati