17/01/2019

L'accelerazione sui regolamenti spinge le società del risparmio gestito

fonte Milano Finanza

L’accelerazione impressa dal governo alla stesura del decreto attuativo dei nuovi Pir ha messo le ali al comparto del risparmio gestito. I ministeri dell’Economia e dello Sviluppo economico si sono dati tempo fino a febbraio per chiarire come funzioneranno i piani individuali di risparmio così come previsto dalla legge di Bilancio 2019. Il mercato non dovrà pertanto attendere aprile, termine massimo che il governo si era dato per emanare i regolamenti. Banca Mediolanum ha guadagnato il 2,3%, Banca Generali il 3,1%, Azimut 1’1,6% mentre Anima è balzata del 6,4%.

È soprattutto la parte riguardante il venture capital a sollevare dubbi tra gli operatori. La manovra è intervenuta con un adeguamento sugli strumenti che godono incentivi fiscali per incoraggiare gli investimenti a lungo termine in piccole e medie imprese per favorire anche start-up e pmi innovative.

Leggi l’articolo completo

Articoli Correlati