20/11/2017

Viaggio tra le aziende che (si) innovano. Le finaliste del Premio Open Innovative PMI, categoria Ricerca e Tecnologia

di Alessandro Scutti

 

E’ un universo interessante, eterogeneo ed in continua crescita, quello delle PMI innovative italiane. Ne è una dimostrazione il livello dei partecipanti alla 1° edizione del Premio Open Innovative PMI, la cui Cerimonia di Premiazione si è svolta a Roma venerdì 16 novembre all’interno della splendida cornice di Palazzo Cornaro, sede del Dipartimento per gli affari regionali, le autonomie e lo sport della Presidenza del Consiglio dei ministri. Una location che ha reso ancora più suggestivo il percorso, intrapreso dal Premio, di valorizzare la migliore innovazione italiana e dare visibilità alle best practice attraverso una continua collaborazione tra grandi aziende, PMI e istituzioni.

Vediamo, allora, in rigoroso ordine alfabetico, quali sono state le aziende finaliste del Premio, che ricordiamo, è il primo dedicato esclusivamente alla PMI innovative. Iniziamo con la categoria Ricerca e Tecnologia: dalle neuroscienze ai satelliti spaziali, dal fintech all’intelligenza artificiale, alle biotecnologie. E’ veramente affascinante il viaggio tra le PMI innovative italiane.

 

BrainSigns s.r.l.

BrainSigns S.r.l., spin-off dell’Università Sapienza di Roma, si occupa di analizzare i segnali prodotti dal cervello ed altri bio-feedback, per poi sfruttarli in tutti i casi in cui il monitoraggio, istante per istante, delle reazioni istintive di una persona umana può generare valore per un’azienda. Le tecniche impiegate sono basate sulla competenza scientifica dei ricercatori del Laboratorio di Neuroscienze Industriali, diretto dal prof. Fabio Babiloni. Ad oggi, l’azienda applica i metodi sviluppati nel campo del marketing e della comunicazione, così come nel campo della valutazione del carico cognitivo dei piloti ed opera in diverse aree:

  • neuro marketing: test sulle reazioni cognitive ed emotive suscitate da filmati o immagini pubblicitarie o nella fruizione di packaging e prodotti;
  • customer experience: fruizione di spazi reali o virtuali, misurazione dell’attenzione e dell’emozione durante la visita di punti vendita, di fronte ai prodotti e durante la navigazione di siti web;
  • misura di stati cognitivi in ambienti operativi di alta responsabilità (ad esempio: guida di elicotteri o aerei, sedute di controllo di volo, sedute di training su simulatori aerei o simulatori chirurgici);
  • neuro estetica: test di percezione della bellezza durante visite a Musei, guardando capolavori artistici;
  • test sulle prestazioni di apparecchi medici (misura di percezione di piacevolezza in ascolto, in pazienti con impianti cocleari monolaterali e/o bilaterali).

BrainSigns s.r.l. si è classificata al primo posto nella categoria Ricerca e Tecnologia.

 

D-Orbit s.r.l.

D-Orbit è un first-mover nel mercato dei dispositivi di disattivazione satellitare. Il suo core business è la gestione dei flussi satellitari. D-Orbit ha, infatti, sviluppato una tecnologia all’avanguardia, da integrare nei satelliti, in grado di semplificarne le fasi di lancio e di rientro, riducendone la complessità e i costi di funzionamento e aumentando la durata della vita e l’affidabilità. La missione di D-Orbit è arrestare l’aumento sistematico della concentrazione di oggetti incontrollati nello spazio. D-Orbit produce dispositivi propulsivi intelligenti che rimuovono satelliti artificiali dalle loro orbite al termine della loro vita operativa. La manovra di deorbitaggio e reorbitaggio viene eseguita in modo rapido, sicuro e nel momento più utile per l’utente finale. D-Orbit annovera, tra la sua lista di prodotti:

  • D3: motore indipendente e intelligente, progettato per ottimizzare le manovre di disattivazione dei satelliti. Viene installato sui satelliti prima del lancio per poi rimuoverli dall’orbita in modo rapido e sicuro;
  • D-RAISE: sistema di propulsione compatto, indipendente e solido, ottimizzato per effettuare manovre di piattaforme satellitari completamente elettriche;
  • InOrbitNow: servizio rivoluzionario di lancio, progettato per trasportare i CubeSats nello spazio e rilasciarli in slot di orbitali, precise e indipendenti, consentendo di avviare rapidamente una missione spaziale e in condizioni operative ottimali.

L’azienda offre inoltre una serie di servizi di consulenza connessi al settore aerospaziale.

D-Orbit s.r.l. si è classificata al terzo posto nella categoria Ricerca e Tecnologia.

 

Domec s.p.a.

Domec è una società FinTech attiva nel settore dei sistemi innovativi di pagamento e della loyalty. È, infatti, provider di soluzioni finanziarie, tecnologiche e di marketing che consentono di sviluppare e gestire piattaforme di e-commerce e marketplace, circuiti privativi e alternativi di pagamento, sistemi informatici per la gestione automatizzata delle promozioni e dei programmi di loyalty. Domec utilizza un nuovo ed esclusivo modello di business basato sulla logica del Software as a Service (SaaS).

I servizi offerti comprendono:

  • digital engagement: soluzioni che consentono di ingaggiare i clienti, incentivando la frequenza di spesa e lo scontrino medio;
  • digital loyalty: soluzioni per la fidelizzazione dei clienti;
  • digital CRM: supporto alla definizione di offerte personalizzate, analizzando e arricchendo le anagrafiche dei propri consumatori;
  • digital distribution: semplificazione dell’apertura di nuovi canali di distribuzione digitale al fine di potenziare l’offerta delle aziende.

Domec nel 2017 è stata selezionata da CETIF – Università Cattolica di Milano tra le FinTech più interessanti del panorama italiano in ambito Payments, Blockchain & Distributed Ledger Technology.

 

Natural Intelligent Technologies s.r.l.

Natural Intelligent Technologies (N.I.Te) nasce nel 2012 come spin-off dell’Università degli Studi di Salerno, con la mission di commercializzare le tecnologie create e sviluppate all’interno del Laboratorio di Computazione Naturale. N.I.Te fornisce tecnologie innovative e soluzioni software avanzate nel settore dell’elaborazione automatica di documenti digitali, in special modo quelli contenenti testo manoscritto. Le soluzioni software proposte si basano sull’utilizzo di una tecnologia innovativa e brevettata, frutto di un’esperienza di ricerca ventennale, per la lettura automatica della scrittura manoscritta corsiva. N.I.Te è in grado di fornire soluzioni rapidamente customizzabili sulla base delle esigenze specifiche del cliente, sia esso azienda privata di qualsiasi dimensione che ente pubblico di qualsiasi settore.

N.I.Te opera nel campo dell’intelligenza artificiale. La tecnologia sviluppata e brevettata da N.I.Te consente la lettura automatica della scrittura manoscritta corsiva, sia off-line, da immagini statiche, che on-line, a partire da coordinate acquisite da diversi device.

L’azienda offre 3 prodotti-software:

  • Masquerade: software per l’analisi e la valutazione di caratteristiche morfologiche e dinamiche della scrittura, all’interno di vari documenti manoscritti;
  • Handbiblio: software che offre la possibilità di effettuare indicizzazioni e ricerche, attraverso parole chiave, in documenti manoscritti contenuti in archivi digitali di elevate dimensioni, sia moderni che di interesse storico-culturale;
  • ApPost: software per l’estrazione e la lettura automatica di informazioni all’interno dei documenti digitali di interesse, in special modo quelli contenenti testo manoscritto.

 

Vision Engineering Italy s.r.l.

Vision Engineering Italy s.r.l. è attiva nel settore dell’Health & Biotech. La missione della società è innovare i metodi di prevenzione, diagnosi e cura delle malattie oculari. L’impresa promuove il paradigma dell’Open Innovation e crea soluzioni smart per curare i principali disturbi visivi nei giovani e negli anziani.

La società sta sviluppando il dispositivo Chromo4Vis per eseguire il cross-linking corneale personalizzato ed arrestare la progressione del cheratocono in tutti casi trattati. Il cheratocono è la più frequente patologia degenerativa della cornea e rappresenta la prima causa di trapianto corneale nel mondo. Il dispositivo Chromo4Vis è il primo dispositivo medico di teranostica al mondo in oftalmologia. La tecnologia innovativa di Chromo4Vis apre una nuova frontiera al trattamento dei disordini del segmento anteriore dell’occhio con lo scopo di migliorare la stabilità biomeccanica del tessuto corneale e la performance visiva nei pazienti con cheratocono, prima causa di trapianto della cornea negli under 40 nel mondo

Un prodotto già disponibile in mercato è il dispositivo Vetuvir, un dispositivo medico portatile, ad esclusivo uso in medicina veterinaria, indicato per il trattamento delle cheratiti infettive e delle ulcere corneali settiche. Per la distribuzione di Vetuvir nei maggiori paesi della Comunità Europea è stato siglato un accordo con Siclop, azienda leader di prodotti e articoli veterinari.

 

Wise s.r.l.

WISE svolge attività di ricerca e sviluppo nel settore delle nanotecnologie, biotecnologie e del biomedicale.

Fondata a Milano nel 2011 da un gruppo di quattro fisici della materia provenienti dall’Università degli Studi di Milano, WISE ha chiuso, ad oggi, 5 round di investimento per complessivi 10,74 milioni di euro, conta 6 soci tecnici e 9 finanziari, ha un organico di 16 persone (tra dipendenti e collaboratori full time) e ha sede legale ed operativa a Milano, più una filiale a Berlino.

WISE ha la missione di produrre e commercializzare la nuova generazione di elettrodi per la Neuro-modulazione e per il Neuromonitoring, per la cura del dolore cronico e per il monitoraggio cerebrale pre e intra-operatorio.

Recentemente WISE S.r.l. ha ottenuto, insieme al partenariato di cui è capofila, un finanziamento di 3,2 milioni di euro da Regione Lombardia con il contributo dei fondi POR-FESR 2014-2020, nell’ambito del bando “Accordi per la Ricerca, Sviluppo e Innovazione”. Grazie al finanziamento, il partenariato costituito da WISE S.r.l., Newronika S.r.l., Università degli Studi di Milano, Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico e Istituto Clinico Humanitas potrà avviare il progetto di ricerca, sviluppo e innovazione “Eloquentstim” che si propone di realizzare un innovativo dispositivo medico, impiantabile mediante una procedura mini-invasiva, in grado di favorire la riabilitazione motoria in pazienti affetti da lesioni cerebrali

Wise s.r.l. si è classificata al secondo posto nella categoria Ricerca e Tecnologia.

Articoli Correlati