18/01/2019

In vigore gli incentivi fiscali per ridurre le spese di quotazione delle Pmi. Ora occorrono norme più semplici

fonte Milanofinanza.it

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale pochi giorni fa del decreto del Mise sono divenuti operativi gli incentivi fiscali volti a ridurre le spese di quotazione delle Pmi (un credito di imposta sino a 250 mila euro), si è forse chiusa la fase di provvedimenti normativi emanati nell’ambito dell’ambizioso progetto di riforme meglio note come Industria 4.0.

Manca frse ancora un tassello ossia il Decreto interministeriale che individua le modalità di attuazione delle agevolazioni fiscali previste per gli investimenti nelle cosiddetta Pmi innovative, ma dovrebbe essere questione di poco tempo una volta ottenuta la luce verde da parte di Bruxelles.

Il bilancio di questo primo pacchetto di provvedimenti pare più che positivo. Il numero di startup innovative è in costante crescita e a fine 2017 erano 8.315 (+25% rispetto al 2016 e +74% rispetto al 2015). A fine 2017 le Pmi innovative erano 700, oltre il triplo rispetto a un anno prima. Poco meno del 40% delle nuove Pmi innovative e` una ex startup innovativa, che ha superato i limiti di età (più di 5 anni) o di fatturato annuo (superiore a 5 milioni di euro).

Leggi l’articolo completo

Articoli Correlati